Minoxidil per far crescere la barba

Minoxidil: è vero che fa crescere la barba? Controindicazioni?

Ciao Barbuti (o aspiranti tali), dopo averne accennato nell’articolo su come far crescere la barba, oggi vediamo di approfondir e per bene il discorso Minoxidil.

Che cos’è il Minoxidil e come funziona

Come ben saprai, non tutti gli uomini hanno la fortuna di avere una bella barba folta e piena.
La domanda che questi si pongono è la seguente: “Posso usare il Minoxidil sul viso per far crescere la
barba più velocemente? Ci sono effetti collaterali conosciuti?”

Il Minoxidil è oggi un farmaco che stimola la ricrescita dei capelli e previene la calvizie ma all’origine,
nel 1980, fu prodotto e testato per un altro scopo: abbassare la pressione sanguigna, combattere la
pressione alta o ipertensione. Assunto per bocca è infatti un potente vasodilatatore.

Mentre veniva testato in laboratorio i ricercatori si accorsero che come effetto secondario collaterale
aveva l’ipertricosi, ovvero un aumento della massa capillare e dei peli molto evidente.
Lo scopo del prodotto cambiò e vennero intrapresi studi e test per combattere l’alopecia. Nel 1988 fu
approvato come trattamento per la perdita di capelli.

Stimolare la crescita della barba con il minoxidil

Il Minoxidil permette la dilatazione del follicolo mentre accelera la fase di crescita dei capelli, che
risultano più lunghi e più spessi. Tuttavia, i problemi di crescita dei capelli e della barba non hanno la
stessa origine. La calvizie è il risultato di una sovrabbondanza di DHT, un ormone derivato del
testosterone, mentre la crescita dei peli è influenzata da fattori genetici.

Ciò che rende diverso Minoxidil da molti altri prodotti per la perdita dei capelli è che non è ormonale.
Funziona stimolando la circolazione senza effetto sugli ormoni come il testosterone o il DHT, cosa che
molti altri farmaci fanno abbassandone i livelli.
Processo positivo perché questi due ormoni sono i responsabili della crescita della barba, abbassarli si
tradurrà in una minore sviluppo della stessa.

Bisogna altresì sapere una cosa importante, ovvero che la versione iniziale del farmaco fu interrotta nel
2005. Tra il 1979 e il 2005 più di 150 pazienti sono morti a causa di questo farmaco. Minoxidil è
classificato come droghe pericolose. La sua vendita in farmacia è vietata ai minori di 18 anni.
Questo farmaco fu creato sotto forma di una pillola da ingoiare, oggi come trattamento per le calvizie è
una lozione che viene applicata direttamente al cuoio capelluto.

Se applicato sul viso può aiuta a far crescere la barba?

Questo è il grande quesito che uomini senza barba o con alcune zone calve si pongono cercando una
risposta disperatamente. In rete ci sono blog che affrontano la questione in modo discordante ma con
una percentuale dagli esiti più positivi che negativi.

La prima cosa che dobbiamo sapere è che non è stato creato per essere utilizzato in altre parti del corpo
che non fosse sul cuoio capelluto. Nel foglietto illustrativo delle indicazioni terapeutiche questa cosa
viene riportata in modo chiaro e netto.

La seconda è che Monoxidil di fatto può solo stimolare la crescita dai peli esistenti, ovvero ci
dev’essere un follicolo pilifero per un capello che deve crescere. Dove non c’è follicolo pilifero non
funzionerà, non è un prodotto miracoloso!

Gli studi, riferiti alle persone che soffrono di calvizie, riportano che il 70% delle persone che usano
Minoxidil hanno costatato una ricrescita, ma che solo una percentuale più bassa, tra il 10% ed il 30%
riportano una ricrescita molto soddisfacente.

Quindi possiamo affermare che la risposta positiva del farmaco varia da soggetto a soggetto per quanto
concerne il problema dei capelli.

Uno studio svolto in Thailandia si è concentrato sull’uso di una soluzione di 2% Minoxidil per far
ricrescere i peli delle sopracciglia in pazienti affetti da determinate condizioni di alopecia.
I test hanno dimostrato che il farmaco è stato in grado di aiutare efficacemente la maggior parte dei
pazienti a far ricrescere a vari gradi le sopracciglia.

Questo dimostra che il farmaco non è solo efficace se utilizzato sul cuoio capelluto, ma può anche
contribuire a stimolare la crescita dei peli su altre aree del corpo, potenzialmente dunque anche la barba.
Quindi la risposta alla domanda: se applicato sul viso può aiuta a far crescere la barba?
potrebbe essere un sì ma con “riserva”.

Come lo studio sui capelli ci rivela che per alcuni funziona per altri no, dunque è soggettivo, lo stesso
può dirsi per la barba. In rete troverete molti pareri discordi, ma anche video e blog dove tantissimi
uomini hanno scattato foto durante il passare dei mesi, per testimoniare la crescita di un folto barbone!
Il punto della questione è che non ci sono, al momento, prove conclusive per dimostrare che il
Minoxidil posso aiutare a migliorare la crescita della barba, d’altra parte non ci sono anche prove
conclusive che dimostrino che non può.

Pertanto, sta a voi decidere se vale la pena spendere il tempo e il denaro per usarlo per un paio di mesi
e vedere se vi aiuta, in quanto non è sicuramente il prodotto tra i più economici da acquistare.
Due, tre mesi è il lasso di tempo necessario per vedere dei risultati secondo chi l’ha testato e la
raccomandazione è di cominciarne l’uso utilizzando poco prodotto, per evitare fastidiosi arrossamenti
cutanei.

Andrebbe applicato alla zona che si desidera trattare e lasciare agire per 4 ore prima di risciacquo o
rasatura, sia che la tua barba sia lunga o corta; è disponibile in due forme: in schiuma e in lozione.
Partendo dal presupposto che ci sia un gene che fa sì che i follicoli piliferi alla fine si indeboliscano nel
tempo e smettano di produrre capelli e che il Minoxidil possa contribuire a fornire i nutrienti necessari
per stimolare i follicoli, allora questo ci dà alcune speranze per la sua efficacia anche come integratore
per la crescita della barba.

Applicato sul visto si ottiene una migliore circolazione sanguigna e assorbimento rispetto al cuoio
capelluto quindi è più probabile che il Minoxidil finirà nel sangue e che possa quasi certamente aiutarci
ad avere un bel barbone come piace a noi.
Ma prima di buttarti sul prodotto, notate tuttavia che essendo farmaco ha anche degli effetti collaterali.

Effetti collaterali del Minoxidil:

Gli effetti collaterali conosciuti sono sempre da uso per la caduta dei capelli.
Da evitare sicuramente in caso di problemi cardiaci e malattie croniche.

Bisogna avere più di 18 anni e meno di 65 anni per poterlo usare e ti consiglio vivamente di parlarne
prima con un medico od un dermatologo.
Dal momento che è stato utilizzato per la prima volta come un farmaco per il controllo della pressione
sanguigna alta può, quando assorbito attraverso la pelle, causare alcuni sintomi di abbassamento della pressione, cosa
comunque raramente riscontrata.

Le prime applicazioni potrebbero portare prurito, irritazione, arrossamento. Questo fenomeno è
abbastanza comune e di solito scompare dopo pochi giorni o settimane, fino a quando il corpo si
abitua. Alcuni hanno riscontrato pelle secca a causa della presenza di alcool nella lozione.
Sconsigliato esporsi al sole dopo averlo usato, in caso applicare la protezione solare sul viso dopo aver
asciugato il prodotto.

Interazione con alcuni farmaci sono stati riscontrati e possibili effetti collaterali, qui la lista in inglese
https://www.drugs.com/drug-interactions/minoxidil.html
https://www.rxlist.com/minoxidil-side-effects-drug-center.htm
Effetti collaterali meno comuni includono: capogiro, mal di testa, aumento dell’appetito, difficoltà a
dormire, palpitazioni cardiache, ritenzione idrica.

Un Consiglio dunque…
Chi lo ha usato per tanto tempo per la caduta dei capelli al momento dell’interruzione ha perso i
risultati, andrebbe dunque usato a vita.
Se si desidera aumentare la qualità della barba e cercare di sviluppare le zone in cui non vi è crescita,
perché non provare un prodotto naturale come l’olio di ricino? Oltre ad essere naturale è economico e
non pericoloso per la tua salute.
Ve ne parlerò nel prossimo articolo!